Main Menu
African Swine Fever: how to stay one step ahead
Gestione di un focolaio di afta epizootica e norme di biosicurezza

L’Efsa ha pubblicato un Report sui dati scientifici raccolti in seguito alle attività di monitoraggio biennale su focolai di Scrapie Atipica. Lo studio è stato richiesto dalla Commissione Europea allo scopo di raccogliere prove sulla contagiosità della Scrapie Atipica (AS) per  arricchire le conoscenze sull’epidemiologia di questa nuova forma di Scrapie.

Il monitoraggio rafforzato biennale delle Encefalopatie Trasmissibili (EST) delle aziende con un caso confermato di Scrapie Atipica è previsto dal Regolamento 999/2001 – allegato VII.

I dati analizzati provengono da 22 Paesi con casi indice di AS in ovini e/o caprini.

I risultati delle analisi dei dati raccolti non hanno fornito informazioni aggiuntive su diversi aspetti dell’epidemiologia della AS, quali: l’eventuale esistenza di fattori di rischio diversi dall’età o dal genotipo a livello sia di popolazione che individuale, la possibile origine della malattia, l’eventuale variabilità dei ceppi di AS circolanti nella popolazione dei piccoli ruminanti dell’U.E. e la relativa suscettibilità dei piccoli ruminanti.

Non si sono altresì notate differenze nell’epidemiologia della patologia tra capre e pecore.

Pertanto, in esito allo studio condotto, non risultando al momento nuove e significative prove che AS possa essere trasmessa tra animali in condizioni naturali sembrerebbe più probabile sia una malattia non contagiosa, piuttosto che contagiosa.

Di seguito il report pubblicato dall’EFSA